Cortina d'Ampezzo

Hotel e appartamenti

Hotel in Montagna

Cortina

«Salve, oh Cortina, delle Dolomiti sei la Regina». Così un anonimo militare italiano della prima guerra mondiale descriveva una delle più belle località di villeggiatura d'Italia. Le montagne che la circondano a tutto campo donano alla valle una particolare bellezza unica al mondo, apprezzata da numerosi turisti che vi arrivano da ogni angolo del pianeta.

Il suo primo periodo d'oro Cortina lo ebbe alla fine del 1800 quando, ancora sotto il dominio asburgico, la nobiltà austro-tedesca e l'alta borghesia europea ed americana si innamorarono della straordinaria bellezza del posto e divenne una nuova Sankt Moritz. In quel periodo infatti, sia d'estate che d'inverno infatti vi soggiornò il gotha internazionale, con in testa Alberto I Re del Belgio, che la elesse a meta turistica preferita.

Da allora divenne Regina della Alpi e Perla delle Dolomiti; cominciarono a sorgere i primi lussuosi alberghi destinati ad accogliere i ricchi villeggianti e qualche temerario si mise delle assi di legno ai piedi e provò l'emozione di scivolare in mezzo alla neve fresca e non ancora battuta, circondato da uno spettacolo meraviglioso: era il 1903 e nacque così lo Sci Club Cortina.

L'orribile catastrofe della Prima Guerra Mondiale vide Cortina come teatro di sanguinosi massacri, tracce dei quali possiamo ritrovare nell'immenso Museo all'aperto della Grande Guerra, ma fortunatamente non subì danni e dal 1919, dopo il trattato di Saint-Germain, Cortina poté ospitare nuovamente molti ricchi villeggianti ma questa volta facente parte del territorio italiano.

Il periodo a cavallo dei due conflitti mondiali segno la consacrazione di Cortina a meta turistica d'élite: molti gerarchi fascisti vi trovarono infatti il luogo ideale dove passare le vacanze. E' del 1933 inoltre la nascita della Scuola Sci Cortina, la prima scuola di sci in Italia ad essere ufficialmente riconosciuta dalla Federazione Italiana Sport Invernali.

La costruzione della Ferrovia delle Dolomiti e soprattutto le Olimpiadi Invernali del 1956 proiettarono Cortina al centro dell'attenzione: le nuove infrastrutture di trasporti unite all'eco internazionale delle Olimpiadi furono il tramite per l' arrivo in massa di turisti da tutta Europa. I prezzi ancora accessibili, la notorietà mondiale, la forte ripresa dell' economia italiana: furono questi i fattori di una nuova età dell'oro per la località cadorina, che acquistò un'aurea di prestigio dovuta alla massiccia presenza del jet-set internazionale, aurea che anche ai giorni nostri non è minimamente intaccata.

140 Km di piste da sci, un piccolo ma funzionale snowpark, 58 km di piste da fondo, percorsi segnalati per le escursioni con le ciaspes, ossia le tipiche racchette da neve, e poi ancora telemark, curling, pattinaggio, bob e slittino, scialpinismo: queste sono solo alcune delle offerte proposte da Cortina per la stagione invernale. Ma a Cortina ci si diverte anche d'estate, vista la possibilità di numerose attività che vanno dalla semplice passeggiata all' arrampicata su roccia, dal trekking al nordic-walking, dalla mountain-bike agli sport più tradizionali.

E per chi ama la vita tranquilla, l'imperativo è categorico: lo struscio in centro. Meta di numerosi vip, Cortina è costellata di negozi e ristoranti di ogni tipo e per tutti i gusti, mentre per gli amanti della vita notturna non c' è che da scegliere tra i numerosi pub, cinema o discoteche esclusive, frequentati anche e soprattutto dalla star del mondo dello spettacolo.

Cortina si propone quindi come meta unica nel suo genere per una settimana bianca e per trascorrere qualche giorno in compagnia, o in famiglia o con gli amici, durante tutti i periodi dell' anno, circondati da un ambiente molto esclusivo.


Cortina
Cortina d'Ampezzo


Ingrandisci mappa

Cortina

Cortina, Treno delle Dolomiti