Cortina d'Ampezzo

Hotel e appartamenti

Hotel in Montagna

Cortina - Dintorni, cosa visitare

Cortina è la mèta preferita da molti vip che giungono qui da tutto il mondo. La bellezza delle montagne e l'esclusività delle strutture fanno sì che chi giunge a Cortina lo fa per godersi nella località tutto il tempo a propria disposizione.

Comunque le attrattive non mancano e dato che Cortina è il comune più esteso del Veneto dopo il capoluogo Venezia, i punti d'interesse non difettano di certo.

Per quanto riguarda gli edifici religiosi oltre alla già citata Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo e alla centralissima Chiesetta di San Francesco situata in piazzetta San Francesco in pieno centro del paese, degni d'interesse sono la Chiesa della Madonna della difesa a Bigontina, la Chiesa di Sant' Antonio da Padova a Chiave, la Cappella della Beata Vergine di Lourdes a Grava di Sotto, la Cappella della Santissima Trinità in località Majon, la Chiesa di San Rocco a Zuel di Sopra e la Chiesa di Santa Giuliana ad Alverà.

Le architetture civili di interesse storico presenti nei dintorni di Cortina e degni di nota sono diverse e quasi tutte a carattere militare. Partendo dal Forte dei Tre Sassi edificato presso il Passo Valparola ed ospitante una parte del Museo della Grande Guerra, proseguendo via via con ciò che resta del Castello di Botestagno in località Prà del Castel, andando avanti con il Castello de Zanna in località Majon ed arrivando al Sacrario Militare eretto in località Pocol.

Proprio il Museo della Grande Guerra è un'esperienza culturale en plein air: è costituito dai Musei all'aperto del Lagazuoi, delle 5 Torri, del Sasso di Stria e dal Museo del Forte Tre Sassi. Si estende in un raggio di 5 Km e permette di conoscere i diversi aspetti della Grande Guerra in montagna in una delle più emozionanti passeggiate delle Dolomiti. Sono possibili diversi percorsi di visita, alcuni più lunghi e impegnativi, altri più brevi e meno ostici.

E per chi volesse vivere l'esperienza di tornare indietro nel tempo può seguire tracce preistoriche percorrendo la Via dell'uomo di Mondeval, tracce che conducono a 2.000 metri di quota ad un luogo di sepoltura datato 5.000 a.C., oppure divertirsi a cercare le orme fossili di dinosauro sui sassi dolomitici.

Montagna e dintorni
Trekking in montagna


Ingrandisci mappa

Mountain Bike